Cenacoli della sostenibilità.

Da che mondo e mondo, la convivialità ha sempre prodotto buoni frutti, sarà che con un buon piatto davanti, nessuno si sente in grado poi, di essere troppo puntiglioso, troppo saccente, ma si pone agli altri commensali, in maniera propositiva e assertiva, anche dopo qualche bicchiere di buon vino. Credo che al buon Gabriele Geminiani, sia stato proprio questo che lo abbia spinto a voler riunire, attorno ad un buon piatto, i sostenitori e i volontari, del progetto “Green Festival”, sia esso targato San Marino, sia esso targato Montefeltro.

All’interno del Podere Lesignano, nelle colline sammarinesi, una volta al mese, la sera, questo gruppo di amici si riunisce appunto in maniera conviviale, e, di volta in volta, supportati da ospiti a tema, discute di sostenibilità, di territorio, di progettualità, in una Agorà che ha come obiettivo principale, quello di capire se e come, si possa migliorare e modificare, la proposta culturale e sociale, portata avanti con il progetto “Green Festival”, interagendo così, con le effettive esigenze dei vari territori che lo ospitano.

Il primo appuntamento, tenutosi il 28 Ottobre, ha avuto come ospite Giovanni Larghetti, agricoltore, imprenditore del biologico, fornaio da generazioni, che haportato tutta la sua esperienza e il suo amore per il proprio territorio, e ha goduto degli interventi di Stefano Valentini, proprietario del Podere, da anni portatore di sane idee sostenibili nel territorio sammarinese. Insieme si sono affrontati i temi dell’etica, della sostenibilità, con il contorno dell’ospitalità del Podere Lesignano, dei suoi piatti genuini, preparati a km zero, con prodotti del territorio, e sorseggiando del buon vino.

Il secondo appuntamento, tenutosi il 1 Dicembre, ha avuto due ospiti che hanno saputo coinvolgere e incuriosire tutti i commensali, Mirkare Manzi, imprenditore sammarinese nel campo della raccolta differenziata dei rifiuti, e il Prof.re Riccardo Santolini che ha presentato il suo libro sull’Oasi Naturalistica di Torriana e Montebello. Durante la serata inoltre, è stato fatto un sentito e commosso tributo all’amico Chezzi Alberto Rino, pittore e artista eclettico, un compagno di viaggio che ci ha lasciati solo qualche settimana fà, artista geniale e sostenitore convinto, di un possibile mondo diverso. E’ stata dunque una serata all’insegna della sostenibilità, dell’ecologia, della progettualità, e con tanta curiosità, un Cenacolo davvero molto energico e coinvolgente.

In questo secondo appuntamento si è palesato chiaramente, tra una piadina preparata con farine antiche e una zuppa di cereali, il bisogno di informazioni chiare, sul tema della sostebibilità ecologica, la necessità di un confronto, pacifico e conviviale, sulle tematiche etiche che ogni giorno ci troviamo, volontariamente o meno, ad affrontare. Che il territorio da tutelare sia l’Antica terra della Libertà, oppure sia la regione storica del Montefeltro, il problema di fondo è sempre il confrontarsi, per poi assieme portare avanti progetti che abbiano una concreta fattibilità, e un riscontro positivo sul territorio, e su chi quel territorio lo abita.

Questa formula di convivialità, condivisione, informazione e organizzazione, di ciò che andrà a creare la prossima edizione del “San Marino Green Festival”, spero davvero sia di ispirazione per altre Agorà che, dal basso, sinceramente, dal cuore del territorio, attraverso un confronto sincero, possano portare, sempre più persone, ad occuparsi di un futuro quanto mai sostenibile, etico e condiviso, per il bene di tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...