È arrivato il tempo di …

Ci siamo. Ora possiamo, dobbiamo usare, tutto il tempo a nostra disposizione. Dobbiamo prendere nelle nostre mani, il coraggio, la visione, la determinazione e l’amore, e dare una svolta alla vita dei nostri borghi.

Time

Grazie ai fondi del PNRR, ci sono molteplici possibilità per risvegliare la vita e il turismo nei nostri borghi, gioielli storici, incastonati in una rigogliosa e salubre natura. Dobbiamo guardarci bene attorno. Capire di cosa effettivamente necessità il nostro territorio, eseguire una scansione delle reali possibilità di sviluppo, quali tradizioni lo hanno contraddistinto, quali prodotti, quale storia, e poi pianificare, progettare, ed in fine partecipare, collaborare, dedicarsi a svolgere il progetto di sviluppo turistico, secondo i canoni, di questo o quel Bando. Questa si chiama Promozione Turistica Territoriale, ovvero l’ unione della conoscenza approfondita del territorio, in ogniuno dei suoi aspetti, con la visione, le tecniche, la promozione e la valorizzazione del territorio stesso, attraverso un lavoro certosino, di collaborazioni pubblico-privato, al fine di, a seconda dei casi, fare rinascere o continuare a sostenere lo sviluppo, di uno o più borghi.

Dopo due anni pesanti, di restrizioni e pandemia, dove però, i più preparati e lungimiranti, hanno fatto comunque progetti turistici, oggi possiamo attingere ad un vero “fiume di aiuti”, a contributi economici, a fondo perduto o non, che arrivano dall’ Europa ( la bistrattata Europa), al fine di recuperare il tempo perduto e presentare il nostro territorio nella maniera più opportuna, ad un pubblico composto sia da turisti stranieri, che da, e soprattutto, turisti italiani, che in questi mesi di lockdown, sembra abbiano preso coscienza della bellezza del proprio paese.

Allora “Avanti Tutta !”,  e tuffiamoci nella progettazione di Eventi, nella presentazione di Musei e percorsi culturali, di raccontare  il nostro territorio nel migliore dei modi, andando a fare un lavoro di raccolta di storie e leggende, per poi condividerle con i viaggiatori,per poter offrire loro delle reali e intense emozioni, sostenere le strutture ricettive, aiutarle nella digitalizzazione (ormai inevitabile), nell’organizzazione delle offerte. Aiutiamo i nostri Comuni, le nostre Associazioni, condividiamo con loro visioni e progetti, per uno sviluppo coeso, che abbia la forza di coinvolgere la collettività. Occupiamoci di mantenere, in maniera sostenibile, tutto questo, nello stesso modo in cui, consapevoli o meno, hanno fatto i nostri avi, coscienti  che dobbiamo preservare, per poi continuare a condividere, le nostre bellezze naturali, i nostri panorami, le nostre tradizioni.

Nei prossimi mesi insomma, credo che queste debbano essere le parole, sulle quali basare il nostro futuro turistico: RECUPERO – VALORIZZAZIONE – PROMOZIONE – SOSTENIBILITÀ …. e Buon Lavoro !!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...