Previsione dei Tempi.

Alla fine di ogni anno, il gioco più ricorrente è quello delle previsioni per i 365 giorni che arriveranno, nuovi nuovi, in sostituzione di quelli ormai consumati e vuoti, che sono passati. Ci si tuffa in nuovi possibili matrimoni, scandali a corte, fiaschi politici e successi cinematografici, e anche io mi voglio fare coinvolgere da questo gioco, ma voglio fare future previsioni, su tutt’altro argomento, ovvero voglio prevedere come sarà il prossimo anno in Valmarecchia.

Sono pazzo direte, e forse non è del tutto sbagliato, ma, dopo due anni dove ho sentito tante belle parole, ho seguito progetti molto interessanti, e collaborazioni promettenti, mi voglio immaginare un anno dove, con la dovuta percentuale di realtà, tutto ciò si possa finalmente realizzare. Perché volenti o nolenti, il 2022 sarà un anno che si farà ricordare, innanzitutto per l’arrivo dei fondi del PNRR, parola magica, sulle cui spalle tutti caricano speranze e che, effettivamente, se saranno utilizzati con criterio, porteranno quella svolta che tanto serve al nostro paese, e ancor di più a territori come il nostro.

Il nuovo anno, forviero dei soldi comunitari, legati a progetti di sviluppo ben chiari, mi immagino porterà finalmente una vera digitalizzazione della nostra valle, una vera copertura della rete telefonica, e si aggiungeranno quel paio di ripetitori, che eviteranno finalmente, quei “buchi neri” senza campo, fastidiosi e ormai anacronistici, e uno sviluppo di aziende che svilupperanno programmi web a sostegno delle amministrazioni, con App e diavolerie varie, che permettano di usufruire velocemente e in sicurezza, dei loro servizi, e dei servizi dei vari attori commerciali del territorio, quali Ristoranti, Alberghi, Pizzerie o Botteghe artigiane.

Da Gennaio in poi, inoltre, si avrà una Marecchiese, degna di essere chiamata “arteria stradale”, dove percorrerla per raggiungere un qual si voglia Borgo, non farà ricordare film da incubo, ma anzi, incentiverà lo scambio naturale fra entroterra e riviera, non rendendo difficoltoso nemmeno lo sviluppo commerciale del territorio, che finalmente sarà collegato in maniera fluida, con strade e autostrade, ma anche porti e scali ferroviari, e si avrà addirittura un aumento della popolazione, grazie anche a politiche fiscali che le amministrazioni metteranno in campo, favorendo la nascita di nuovi servizi e infrastrutture.

Il turismo in valle poi sarà lento, ma non fraintendetemi, non perché non si svilupperà a dovere, e nemmeno perché non avrà i giusti collegamenti, ma perché la Valmarecchia sarà a pieno titolo, e in maniera consapevole, un territorio EcoSostenibile, patria di trekking, piste ciclabili, bioedilizia ed energia rinnovabile, dove si verrà a vivere la vacanza, amando e rispettando, il nostro patrimonio naturale, un patrimonio che fa da cornice alla nostra storia fatta di Rocche, Castelli, Pievi, Conventi, Palazzi Signorili e Musei, dove la storia è stata raccolta. Saranno sviluppati sentieri che attraverseranno leggende, che collegheranno borghi di oggi e di ieri, lungo i quali affacciarsi, su balconi naturali, e lasciarsi stupire dalla bellezza circostante.

Con il mare alle spalle, potremo finalmente guardare avanti, consci del nostro valore, e oserei dire, del nostro ritrovato valore, perché la Valmarecchia il valore, la ricchezza, li ha sempre racchiusi in sé, solo che non sempre ha trovato situazioni favoroveli per mostrarli. Anche perché ieri, si pensava che ricchezza fosse il rumore del traffico, soffocante, attorno a città industrializzate, inquinate e alienanti, ma oggi la Terra ha fatto sentire forte il suo grido di dolore, e ha ribadito con urgenza, che bisogna cambiare rotta, bisogna riguadagnarsi la sua fiducia, tornando a coltivare responsabilmente, rispettare i cicli naturali, con le loro “pause”, senza “provocazioni”, ritornare ad uno stile di vita con meno plastica, più rispetto per gli oggetti, spinti dall’energia del vento, tutto ciò che tradizionalmente la valle ha sempre portato avanti, perché è il suo DNA, e non deve sforzarsi per realizzarlo.

Il nuovo anno vedrà inoltre anche la rinascita, e il riconoscimento definitivo, di quella struttura che non è ancora mai stata utilizzata per quello che è realmente, per quello che è stata costruita e inserita nel territorio. Quella struttura a cui tutti, più o meno guardiamo fiduciosi, ma che ci appare costantemente “incompleta”, in balia della politica, spesso contenitore di parole vuote, e non di aiuto concreto, spesso deturpata a favore di altre strutture, magari più vicine ad idee politiche che non riguardano il nostro territorio, ma che il nostro territorio impoveriscono. La struttura che tornerà ad essere se stessa, finalmente, sarà l’Ospedale “Sacra Famiglia” di Novafeltria. Si, finalmente avrà reparti degni di essere chiamati e vissuti tali, si avranno medici per ogni tipo di esigenza, un Pronto Soccorso efficiente, e non sarà più solo un “parcheggio” momentaneo, né tantomeno solo il punto per l’ultima sosta dei nostri cari.

A questo punto mi verrebbe da augurare davvero un Buon Anno Nuovo, ma essendo tutto questo un gioco, mi viene da guardarmi attorno, e rendermi conto che, tutto ciò che ho augurato, prevede un gran lavoro. Istituzioni, Amministrazioni, Associazioni, devono davvero rimboccarsi le maniche, ma soprattutto, capisco che il lavoro più duro, ma anche quello più essenziale, dobbiamo farlo noi, cittadini, abitanti, turisti e visitatori, noi tutti che dobbiamo responsabilizzarci e avere a cuore lo sviluppo del nostro territorio, di tutto il territorio, perché solo con una reale e consapevole spinta dal basso, tutto ciò che necessita la nostra amata Valmarecchia, per essere al pieno della sua efficienza e bellezza, dobbiamo crealo noi, dobbiamo volerlo noi, in prima persona. A questo punto si, potremo davvero augurarci BUON ANNO NUOVO !!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...